Escursioni a piedi

Cima delle Saline 2.613 mt. – Piano Marchisio – Valle Ellero (11/06/2017) 

Difficoltà: EE – Dislivello 1.100 mt. – Esposizione: Nord

Descrizione: Da Pian Marchisio si raggiunge il Rif. Mondovì, si procede quindi in direzione sud est fino al colle delle Saline m 2177 da qui, risalire il ripido pendio verso ovest fino alla Cima. Discesa dal percorso di salita, oppure ad anello verso la Cima Balaur e il colle del Pas, scendendo  in direzione nord fino al lago della Rataira e alla porta Biecai da dove si ritorna a Pian Marchisio.

Oggi giornata inizialmente bella e soleggiata, ma che si è guastata nel primo pomeriggio, minimamente ventilata, che non ci ha fatto soffrire troppo il caldo di questi giorni. In compagnia della fantastica Pupetta …

23 Saline 11-06-2017 (4) 23 Saline 11-06-2017 (3)

Pizzo d’ Ormea 2.476 mt.  – Quarzina – Valle Tanaro (07/05/2017)

Difficoltà: EE – Dislivello 1.150 mt. – Esposizione: Sud

Descrizione: Da Quarzina, si parcheggia l’auto nei pressi della chiesa, ci si incammina sulla strada verso la frazione Aimoni sino all’ultima casa dove a sx si sale per una mulattiera inerbita che in brevissimo tempo torna sulla strada asfaltata nella parte superiore della borgata. Si prosegue di fronte, trascurando la carrareccia, infilandosi fra due case e imboccando subito dopo un sentiero. Questo sfocia più in alto nella carrareccia (palina) che va seguita sino alla Costa degli Archetti, il lungo pendio dorsale che conduce al ripetitore sotto la cima. Più opportunamente, il laborioso tragitto della pista agricola può essere tagliato in numerose occasioni seguendo le tracce che lo intersecano, spesso segnalate da segnavia bianco-rossi. In questo modo si raggiunge prima il Pian della Morra, si oltrepassa il Monte Castello di Quarzina e attraverso larghe praterie ci si porta alla base della Costa degli Archetti.
Rimontata la dorsale e arrivati nei pressi del ripetitore la pista giunge ad un colletto con paline. Questo è il punto di ricongiungimento dell’itinerario da Chionea. Da qui si può salire direttamente alla cima per la ripida cresta est la quale presenta come unica difficoltà un canalino attrezzato con corda (EE/F), oppure seguire il sentierino che attraversa il versante sud e raggiungere la vetta risalendo il costone sud-ovest (EE). Entrambe le possibilità sono indicate da paline con le tempistiche.
Discesa per l’itinerario di salita con eventuale risalita al Monte Castello e al Poggio La Colma.

Oggi giornata bella ma ventosa e fredda, arrivati al ripetitore tornati indietro per il vento troppo forte, con la Claudia e la super Pupetta …

19 Pizzo d'Ormea 07.05 (8)19 Pizzo d'Ormea 07.05 (1)19 Pizzo d'Ormea 07.05 (6)  19 Pizzo d'Ormea 07.05 (13) 19 Pizzo d'Ormea 07.05 (12) 19 Pizzo d'Ormea 07.05 (11) 19 Pizzo d'Ormea 07.05 (10) 19 Pizzo d'Ormea 07.05 (9)  19 Pizzo d'Ormea 07.05 (7)19 Pizzo d'Ormea 07.05 (14)

Monte Rama, salita Via del Nonno – discesa Via Direttissima – Lerca (GE) – (22/04/2017)

Difficoltà: PD – Dislivello: 1.000 mt. – Esposizione: Sud

Descrizione: arrivati a Lerca si prende Via Pigna e la si segue fino alla Cappelletta di S. Anna, si prosegue diritti in Via Camula seguendola fino alla cisterna Boggiano, dove si parcheggia. (Pochi posti).  Da qui, si segue il segnavia FIE bollo rosso che si inoltra nel bosco per arrivare fino a costeggiare le pendici ovest del Bric Camulà. Si prosegue fino ad un colletto a quota 800 m. c. dove, sulla sx. parte la Via Direttissima, usata nel nostro caso per la discesa, proseguiamo sul sentiero principale per un breve pezzo fino ad incontrare sulla sinistra il punto dove parte la via del Nonno (targa metallica).
Da qui in poi si seguono le frecce e le tacche di vernice rossa, superando alcuni risalti rocciosi di II° e di III°, comunque tutti aggirabili facilmente su ripido prato, superata l’ultima balza, si segue il sentiero a tratti poco evidente fino a trovare la bella traccia che ripidamente porta in vetta. Dalla Vetta si prende la traccia con segnavia tratto rosso, poco evidente, della Via Direttissima e la si segue fino ad incrociare nuovamente il normale sentiero all’altezza del colletto. Di qui per breve tratto sul percorso di rientro fino ad incrociare un sentiero che si stacca sulla dx. senso di marcia, seguire segnavia tratto rosso. Tenendo la sx. senso di marcia, a tutti i bivi, si arriva ad incrociare una sterrata, sotto i tralicci dell’alta tensione, anche questa imboccarla verso sx. Seguendola ci riporta ad incrociare il sentiero percorso all’andata.

Oggi bel giro ad anello, ho aggiunto la salita al Bric Camula. Ambiente molto selvaggio, a mio parere tra i più belli dell’intera Liguria, peccato per il meteo infame.

15 M. Rama Via Nonno 22.04 (16) 15 M. Rama Via Nonno 22.04 (15) 15 M. Rama Via Nonno 22.04 (14) 15 M. Rama Via Nonno 22.04 (13) 15 M. Rama Via Nonno 22.04 (12) 15 M. Rama Via Nonno 22.04 (11) 15 M. Rama Via Nonno 22.04 (10) 15 M. Rama Via Nonno 22.04 (9) 15 M. Rama Via Nonno 22.04 (8) 15 M. Rama Via Nonno 22.04 (7) 15 M. Rama Via Nonno 22.04 (6) 15 M. Rama Via Nonno 22.04 (5) 15 M. Rama Via Nonno 22.04 (4)